giovedì 14 marzo 2019

AGGIORNAMENTO "ALLATTAMENTO: CORSO PRATICO DI COUNSELLING SECONDO IL MODELLO OMS/UNICEF 40 ORE"

Carissime/i,
vi informiamo ce il numero di iscrizioni al nostro corso di formazione "ALLATTAMENTO: CORSO PRATICO DI COUNSELLING SECONDO IL MODELLO OMS/UNICEF 40 ORE" che si terrà in Toscana ad Empoli (FI) dal 6 al 10 Maggio 2019, necessario er l'effettuazione del corso, è stato raggiunto.
Il corso è in fase di accreditamento, la precedente edizione ha erogato 50 crediti ECM.
Il corso, articolato in 5 giornate, rappresenta una base fondamentale della formazione ostetrica e per quella di chi offre consulenze e sostegno nel periodo dell’allattamento, un tema ricco di sfaccettature. Fornisce gli strumenti per poter effettuare un counselling efficace sul tema dell'allattamento e prevede delle esercitazioni volte a sperimentarne le diverse tecniche. 

Il corso è stato interamente aggiornato e include le più recenti evidenze in tema di attivazione dei sistemi primali e della salute della diade madre-bambino nei primi 1000 giorni, tra cui gli aspetti neurobiologici, epigenetici e di sviluppo del microbioma umano. E’ prevista l’analisi di casi clinici complessi e saranno affrontate in dettaglio, anche con esercitazioni pratiche, le abilità di counselling e di gestione delle relazioni difficili. L’obiettivo è che le/i partecipanti consolidino una serie di strumenti utili nella pratica professionale.
Ci sono ancora alcuni posti disponibili ed è possibile iscriversi entro il 20 marzo mantenendo la stessa quota di partecipazione. Dopo questa data sarà possibile iscriversi fino al 30 marzo con una maggiorazione di 50,00 €.
Vi ricordiamo che per iscriversi è necessario inviare la scheda di iscrizione, anch'essa disponibile in allegato, al nostro indirizzo mail e versare la relativa quota di iscrizione entro i termini indicati.
Il termine per il pagamento dell’intero costo del corso è il 10 aprile.
Per qualsiasi informazione potete contattare la segreteria.
Un cordiale saluto
La Segreteria Organizzativa di CreAttivaMente Ostetriche

venerdì 22 febbraio 2019

CORSO DI FORMAZIONE "ALLATTAMENTO: CORSO PRATICO DI COUNSELING SECONDO IL MODELLO OMS/UNICEF 40 ORE" 2019

L'Associazione CreAttivaMente Ostetriche è felice di presentare l'edizione 2019 del corso di formazione "ALLATTAMENTO: CORSO PRATICO DI COUNSELING SECONDO IL MODELLO OMS/UNICEF (40 ORE)".
Il corso si terrà ad Empoli (FI) dal 6 al 10 Maggio 2019.

E' possibile iscriversi inviando la scheda di iscrizione in allegato al nostro indirizzo mail creattivamenteostetriche@gmail.com e pagando la relativa quota di iscrizione entro il 10 Marzo!
Vi aspettiamo numerose! 😊









martedì 8 gennaio 2019

COMPETENZE AVANZATE PER IL SOSTEGNO ALL'ALLATTAMENTO 2019

Dopo le feste il team di CreAttivaMente Ostetriche torna più in forma che mai! Ecco la nuova edizione 2019 del corso di formazione sulle COMPETENZE AVANZATE PER IL SOSTEGNO ALL'ALLATTAMENTO che si terrà il 24-25 Gennaio 2019 a Roma! Per maggiori informazioni non esitate a scriverci su fb o sul nostro indirizzo mail creattivamenteostetriche@gmail.com ! Vi aspettiamo! 😊

QUI POTETE TROVARE IL PROGRAMMA E LA SCHEDA DI ISCRIZIONE



mercoledì 15 agosto 2018

CORSO DI FORMAZIONE “ALLATTAMENTO: CORSO PRATICO DI COUNSELLING SECONDO IL MODELLO OMS/UNICEF 40 ore"


Il nuovo corso di formazione del 2018 “ALLATTAMENTO: CORSO PRATICO DI COUNSELLING SECONDO IL MODELLO OMS/UNICEF 40 ore” firmato CreAttivaMente Ostetriche si terrà dal 24 al 28 Settembre! In allegato è possibile visionare il programma completo del corso e la scheda di iscrizione al corso!
Per maggiori informazioni potete contattarci alla nostra mail creattivamenteostetriche@gmail.com
Iscrizioni aperte fino a 08/09/2018





mercoledì 20 dicembre 2017

Corso "Competenze avanzate per il sostegno all'allattamento" - 7 e 8 gennaio 2018

E' in partenza la nuova edizione del corso "Competenze avanzate per il sostegno all'allattamento", che si terrà il 7 e 8 gennaio 2018 presso l'Istituto Salesiano S. Luigi Versiglia, Viale Mazzini 11, Genzano di Roma. 

Due giornate di formazione per imparare insieme:
  • come gestire situazioni complesse di allattamento
  • come trovare e utilizzare le evidenze scientifiche necessarie al sostegno alle madri
  • come sostenere le mamme, i bambini e i genitori attraverso una comunicazione che promuova la salute e generi empowerment.
Iscrizioni aperte fino al 30 dicembre.

Scarica il programma in pdf
Scarica la scheda d'iscrizione 





mercoledì 22 novembre 2017

Il 25 novembre le donne alla Camera dei Deputati anche contro la #ViolenzaOstetrica

Comunicato stampa congiunto

AICPAM – CREATTIVAMENTE OSTETRICHE – IBFAN ITALIA
LA LECHE LEAGUE ITALIA – MAMI – IL MELOGRANO



In occasione del 25 novembre, Giornata Mondiale contro la violenza sulla donna e dell’apertura straordinaria a Roma della Camera dei Deputati da parte della presidente Laura Boldrini a rappresentanze di donne per sensibilizzare l’opinione pubblica su questo importante argomento, 
AICPAM (Associazione Italiana Consulenti Professionali in Allattamento Materno), CreAttivamente Ostetriche, IBFAN Italia, La Leche League Italia, MAMI (Movimento Allattamento Materno Italiano) e Il Melograno Centri Informazione Maternità e Nascita 
sostengono e condividono la presenza di 33 donne invitate a rappresentare la #ViolenzaOstetrica, che comprende tutte quelle azioni compiute durante l’epoca della gravidanza, del parto, post parto e allattamento che – anche ove non dichiaratamente violente fisicamente e verbalmente – impediscono alla donna di compiere una scelta informata.
A tale proposito AICPAM, CREATTIVAMENTE OSTETRICHE, IBFAN ITALIA, LA LECHE LEAGUE ITALIA, MAMI e IL MELOGRANO ringraziano la presidente Boldrini per un’azione così carica di signifcati che contribuisce a diffondere cultura.

martedì 9 maggio 2017

Promozione dell'allattamento: Direttiva del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione



Condividiamo il testo integrale della Direttiva redatta dal Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, in materia di comportamenti e atti delle pubbliche amministrazioni ostativi all’allattamento. 
Il link relativo al testo è disponibile all'indirizzo che segue: Direttiva del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione
"Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante “Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62, recante “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165
Visto, in particolare, l’articolo 3, comma 5 del citato codice di comportamento che dispone che nei rapporti con i destinatari dell'azione amministrativa, il dipendente assicura la piena parità di trattamento a parità di condizioni, astenendosi, altresì, da azioni arbitrarie che abbiano effetti negativi sui destinatari dell'azione amministrativa o che comportino discriminazioni basate su sesso, nazionalità, origine etnica, caratteristiche genetiche, lingua, religione o credo, convinzioni personali o politiche, appartenenza a una minoranza nazionale, disabilità, condizioni sociali o di salute, età e orientamento sessuale o su altri diversi fattori;
Visto il decreto legislativo 19 maggio 2011, n. 84, recante “Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali 9 aprile 2009, n. 82, recante attuazione della direttiva 2006/141/CE per la parte riguardante gli alimenti per lattanti e gli alimenti di proseguimento destinati alla Comunità europea ed all'esportazione presso i Paesi terzi”;
Visto il decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 9 aprile 2009, n. 82, recante “Regolamento concernente l'attuazione della direttiva 2006/141/CE per la parte riguardante gli alimenti per lattanti e gli alimenti di proseguimento destinati alla Comunità europea ed all'esportazione presso Paesi terzi” ed, in particolare, l’articolo 14;
Vista la direttiva 2006/141/CE della Commissione del 22 dicembre 2006, che richiama il principio della promozione e della protezione dell’allattamento al seno e la necessità di non scoraggiare la stessa pratica e considerato che, in conformità con la direttiva comunitaria, l’articolo 9 del sopra citato decreto legislativo n. 84 del 2011, con il rinvio all’articolo 14 del decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 9 aprile 2009, n. 82, recante “Regolamento concernente l'attuazione della direttiva 2006/141/CE per la parte riguardante gli alimenti per lattanti e gli alimenti di proseguimento destinati alla Comunità europea ed all'esportazione presso Paesi terzi”, richiama il principio del sostegno e della protezione della pratica dell’allattamento al seno anche attraverso il contrasto di comportamenti ostativi alla stessa pratica;
Visto l’Accordo del 20 dicembre 2007 tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano su “Linee di indirizzo nazionali sulla protezione, la promozione ed il sostegno dell’allattamento al seno” (Repertorio Atti n.: 257/CSR del 20/12/2007);
Considerato che l'allattamento al seno costituisce la modalità di alimentazione naturale nella prima infanzia e che il latte materno fornisce tutti i nutrienti di cui il lattante ha bisogno nei primi sei mesi di vita, e considerati altresì i benefici che l'allattamento al seno apporta anche alla salute della donna;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 dicembre 2016 con cui l'on. dott. Paolo Gentiloni Silveri è nominato Presidente del Consiglio dei ministri;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 12 dicembre 2016 con cui l’on. dott.ssa Maria Anna Madia è stata nominata Ministro senza portafoglio;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 gennaio 2017 recante delega di funzioni all’on. dott.ssa Maria Anna Madia, in attesa di registrazione da parte degli organi competenti;
Emana la seguente direttiva
Si richiama l’attenzione delle pubbliche amministrazioni e dei singoli dipendenti nella propria attività di erogazione dei servizi alla collettività, sulla necessità di assumere azioni positive, comportamenti collaborativi o comunque di non adottare atti che ostacolino le esigenze di allattamento.
I vertici e la dirigenza delle amministrazioni si adopereranno per prevenire comportamenti o atti in contrasto con le suddette finalità, anche nell’ambito di organismi controllati.
La presente direttiva verrà trasmessa ai competenti organi di controllo.
Roma, 3 febbraio 2017
Il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione"